Lun. Set 21st, 2020

A P S E C

Associazione per la Promozione della Scienza dell'Educazione e della Cultura O.d.V.

Festa patronale a Lecce 24, 25 e 26 agosto S. Oronzo, Giusto e Fortunato

Ci andremo il prossimo anno

Statua di Sant'Oronzo e parte superiore della Colonna
Statua di Sant’Oronzo e parte superiore della Colonna

Causa Covid 19 tutti stiamo vivendo un insolito anno all’insegna del distanziamento sociale che impedisce assembramenti, e i leccesi sanno quanto contatto umano ci sia sempre stato nei tre giorni di festa.

Tre giorni di onori per la ricorrenza patronale che quest’anno vedrà solo dei piccoli segni.

Un portale ad arco di luminarie è collocato all’ingresso di piazza Duomo, uno all’ingresso di palazzo Carafa in via Rubichi 16, dove si può ammirare la statua di S.Oronzo (sceso dalla colonna per restauri) e uno al Santuario di S. Oronzo fuori le mura in via Adriatica.

Un altro segno è dato dalla banda che annuncerà la festa passando per i quartieri della città.

Programma della solennità dei Santi Oronzo, Giusto e Fortunato
Programma del 2019 della solennità dei Santi Oronzo, Giusto e Fortunato (portalecce)

I festeggiamenti annullati per i Santi Oronzo, Giusto e Fortunato, ci ricordano che, solitamente questi hanno inizio il 14 agosto con l’intronizzazione delle statue dei Santi nel Duomo, segue il 24 a sera la processione lungo le strade del centro storico, accompagnata dal Vescovo, dai chierici, dalle più alte cariche cittadine, dalle Congregazioni religiose, dalla banda e dai numerosi fedeli.

Statua di S. Fortunato
S. Fortunato foto di Stefania Carofalo
Statua di S.Giusto
Statua di S.Giusto foto di Stefania Carofalo
Statua di S. Oronzo
Statua di S. Oronzo. foto di Stefania Carofalo

Il lancio nel cielo buio delle lanterne di carta conclude il rituale del primo giorno.

Le strade adorne di luminarie, accolgono le bancarelle con merci di ogni genere: abbigliamento, tessuti, articoli per la casa, poi la scapece gallipolina con il suo colore intenso, i mustazzoli, la copeta, le immancabili noccioline e altre prelibatezze alimentari.

Commerciante di scapece confeziona una ordinazione
Scapece (lamelachesimangia)

Nel Duomo il rito religioso è celebrato più volte nei giorni di festa per dare l’opportunità a tutti di assistere alla messa e onorare i Santi nel rinnovo della loro preziosa protezione.

Piazza Duomo è sempre gremita di gente, così come il corso Libertini sino a piazza S.Oronzo e vie limitrofe.

Strada affollata adornata con luminarie
Luminarie della festa di qualche anno fa (ilikepuglia)

Le giostre, in zona stadio, sono l’attrazione attesa dai ragazzini, con le musiche che si sovrappongono, aree per gustare panini e palloncini colorati che puntualmente sfuggono dalle mani dei piccini per perdersi nel cielo.

L’ultimo giorno, si festeggia S. Oronzo e si comincia prestissimo con la fiera del bestiame appena fuori dalla città mentre nelle case si prepara il galletto al forno e la parmigiana di melanzane.

I concerti dalla cassarmonica allietano i cittadini e si alternano sul podio i direttori d’orchestra con la banda in divisa che prende posto nello spazio circolare.

Cassarmonica e luminarie
Cassarmonica e luminarie (Marianolight)

Si conclude la festa con lo spettacolo pirotecnico e agli ultimi tre colpi secchi, che avvisano della fine, il battito di mani ne evidenzia il gradimento poi tutti in auto, nell’ingorgo che puntualmente si crea con i clacson urlanti.

Tutto questo ci mancherà quest’anno.

Processione di Solenne
Fiera del bestiame

Ritengo utile quanto interessante chiudere questa pagina dedicata alle festività patronali proponendovi la lettura della Storia della Colonna di sant’Oronzo redatta da Pompeo Maritati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllo * Time limit exceeded. Please complete the captcha once again.

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.