Lun. Ago 3rd, 2020

A P S E C

Associazione per la Promozione della Scienza dell'Educazione e della Cultura O.d.V.

Codice stradale in pillole tratte dal libro di Pignataro e Barbera Non pago e ricorro

Pillola 1 di 12

Argomenti di oggi:

  1. Cos’è un verbale d’infrazione al codice della strada
  2. Contenuto del verbale
  3. Il preavviso
  4. Come comportarsi
  5. Il verbale è atto pubblico – efficacia

1.COS’E’ UN VERBALE D’INFRAZIONE AL CODICE DELLA STRADA

E’ un atto amministrativo con il quale il pubblico ufficiale (polizia stradale, arma dei carabinieri, guardia di finanza, polizia municipale, e altri agenti di polizia giudiziaria, art. 12 del Codice della Strada) contesta una violazione al cittadino utente che fruisce della strada e non ha rispettato le regole.

Qualora la violazione commessa comporti una sanzione penale (ammenda o multa) l’atto amministrativo assume connotazione penale.

In genere gli agenti accertatori sono muniti di moduli (sommari processi verbali) prestampati sui quali descrivono sommariamente il fatto accertato.

2. CONTENUTO DEL VERBALE

Il verbale per essere valido a tutti gli effetti di legge deve contenere:

  1. giorno, ora e luogo dove è stata commessa l’infrazione;
  2. tipo del veicolo e targa;
  3. indicazione degli agenti che lo redigono e relativa qualifica;
  4. generalità complete del trasgressore e/o del proprietario del veicolo;
  5. articolo della legge violata;
  6. descrizione succinta della norma di legge violata;
  7. le eventuali dichiarazioni del trasgressore;
  8. le modalità di pagamento;
  9. l’importo da pagare;
  10. l’ufficio competente e abilitato a ricevere il pagamento;
  11.  termini entro cui poter ricorrere;
  12. le autorità competenti cui proporre opposizione o ricorso;
  13. firma degli agenti accertatori;
  14. firma del trasgressore, che può anche rifiutarla;

3. IL PREAVVISO

E’ un atto provvisorio, come dice la stessa denominazione, che l’agente del traffico appone sul parabrezza del veicolo. Esso deve contenere sommariamente tutte le notizie del  processo verbale con esclusione  d )  g )  n ).Vedi punto 2).

Il preavviso di regola è sempre accompagnato da un modulo di c/c postale che può essere utile al trasgressore per effettuare il pagamento con effetto liberatorio presso un qualsiasi ufficio postale.

4. COME COMPORTARSI CON IL PREAVVISO

E’ opportuno,  prima di pagare l’importo di una sanzione, accertarsi che il preavviso sia stato compilato correttamente secondo le modalità di cui al punto 2).

Se ritenete che l’infrazione descritta nel preavviso non corrisponde ai dati di fatto inseriti NON PAGATE e attendete che il verbale correttamente compilato venga notificato al vostro domicilio nei termini di legge, entro 150 giorni dall’accertamento (Art. 201 C.d.s.).

Dal momento dell’avvenuta notificazione avete 60 giorni di tempo per pagare oppure proporre opposizione o ricorso.

Da tenere presente che contro il preavviso non può essere proposto ricorso oppure

opposizione.

5. IL VERBALE E’ ATTO PUBBLICO- EFFICACIA

Secondo l’articolo 2700 del codice civile che fa piena prova, fino a querela di falso, della provenienza del documento dal pubblico ufficiale ch lo ha formato, nonché delle dichiarazioni delle parti e degli altri fatti che il pubblico ufficiale attesta avvenuti in sua presenza o da lui compiuti.

In buona sostanza, con il verbale che l’agente compila, si presume vero tutto ciò che è stato contestato, perciò l’unica difesa del cittadino è data dalla possibilità di proporre querela di falso.

Il verbale diventa titolo esecutivo quando sono state eseguite determinate procedure che sono:

  1. la notifica,
  2. il mancato pagamento,
  3. la non opposizione da parte del trasgressore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllo * Time limit exceeded. Please complete the captcha once again.

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.