Lun. Set 21st, 2020

A P S E C

Associazione per la Promozione della Scienza dell'Educazione e della Cultura O.d.V.

6 settembre 2020 Santa Maria delle Grazie a Galatone (Le)

Ci andremo il prossimo anno

di Stefania Carofalo

Ho letto della storia di un’immagine della Madonna delle Grazie con l’occhio nero legata a un miracolo.

La storia che sto per raccontarvi è una di quelle che si tramanda da secoli in quel di Galatone (LE).

Affresco della Madonna delle Grazie e bambino, La Madonna ha l'occhio destro coperto da una macchia nera
Madonna delle Grazie con l’occhio nero (foto da internet sangiuseppedacopertino)

Succede che nel lontano 1586 un uomo cercò riparo per passare la notte nella piccola cappella dove era custodita l’effige sacra della Madonna delle Grazie, illuminata da una lampada votiva.

L’uomo, che alcune fonti indicano come sbandato e avvezzo al gioco, aveva perso i suoi averi ancora una volta ed era di pessimo umore. Cercava invano  di addormentarsi e, forse a causa dei sensi di colpa per aver sperperato il suo denaro, non riusciva a chiudere occhio.

Antonio Cuccoli, così si chiamava l’uomo, era infastidito perché si sentiva osservato, quasi come se la Madonna illuminata dalla lampada, lo stesse in qualche modo rimproverando.

Aveva anche bevuto qualche bicchiere di troppo e l’immagine sacra, nella sua mente alterata, lo assillava al punto tale che le scagliò contro una pietra.

La pietra colpì l’occhio della Madonna e , così come accade ai vivi, l’occhio divenne livido.

Antonio, fuggì impaurito dalla cappella convinto di non volerci tornare più perché si era reso conto del sacrilegio commesso.

Il giorno dopo, chiunque  passasse a rendere omaggio alla Madonnina, rimase incredulo e per anni il mistero restò celato.

Dopo molti anni, Antonio Cuccoli tornò alla cappelletta e nei pressi inciampò in un cadavere proprio mentre due gendarmi passavano vicino. Cuccoli fu arrestato per l’omicidio nonostante urlasse la sua innocenza.

Fu condannato al patibolo e il giorno stabilito per l’esecuzione, in piazza San Sebastiano, egli continuava a professarsi estraneo al reato e fu preso dal sentimento di voler confessare il crimine peggiore da lui commesso ai danni della Madonna delle Grazie.

A questo punto sulle urla inferocite del popolo “alla forca”, il boia portò a termine l’esecuzione.

A poca distanza dal luogo in cui sorgeva la cappella con la sacra icona, fu costruito un Santuario, con il contributo dei fedeli, terminato nel 1595, dov’è custodita tutt’ora la Madonna delle Grazie con l’occhio nero.

Foto della facciata principale del Santuario della Madonna delle Grazie a Galatone
Santuario della Madonna delle Grazie a Galatone (foto da internet viaggispirituali)

La devozione alla Madonna delle Grazie è molto sentita e onorata con la solenne processione,  le luminarie, i concerti di orchestre bandistiche e i fuochi d’artificio che rallegrano la cittadina.

Le informazioni su questa storia  le ho lette sul sito culturasalentina

Madonna delle Grazie a Galatone 2010 (Youtube)
Logo APSEC-LECCE
Logo APSEC LECCE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllo * Time limit exceeded. Please complete the captcha once again.

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.