A ricordo del rogo di Triangle (Harris and Blank – Washington, 25/03/1911) riportiamo una significativa poesia di Anna Maria Nuzzo, scritta circa un anno fa per ricordare la morte di 146 operaie di cui 39 erano italiane.

Nel cielo di marzo

Nel cielo di marzo

in una città di legno

volavano camicette bianche

lasciando scie come le comete.

Urlava l’aria in un vortice

di aghi e preziosi fili.

Piangeva la terra

un lamento desolato di madri.

Rose rimase impigliata sul tetto

testimone di un sogno americano,

testimone di sogni infranti,

svaniti nel fuoco.

E tutto divenne cenere.

Anna Maria Nuzzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllo * Time limit exceeded. Please complete the captcha once again.